Attestazione di regolarità fiscale, niente bollo per gli enti privati

0
69

Con una nuova risoluzione, la 50/E, l’ Agenzia delle Entrate ha spiegato che gli enti privati che svolgono attività di natura pubblicistica e che partecipano alle gare d’ appalto non devono applicare il bollo nelle attestazioni di regolarità fiscale.

L’ esenzione riguarda anche le conseguenti attestazioni dell’Amministrazione finanziaria e questo perchè queste non sono ritenute dei certificati. Secondo quanto spiegato dall’ Agenzia queste attestazioni non servono per certificare alcuno stato, nè la qualità personale o altri dati che sono relativi al soggetto interessato, ma servono solo a confermare che le dichiarazioni rilasciate corrispondano a quelle già in possesso delle banche dati dell’ Agenzia delle Entrate.

Tutti i soggetti che partecipano alle gare d’ appalto devono presentare una dichiarazione sostitutiva che attesti il possesso dei requisiti richiesti e non saranno richiesti nemmeno costi aggiuntivi o altri bolli, per rendere la procedura più snella, sia per le amministrazioni che per i cittadini.

 

VIA|Agenziadelleentrate.it