Animatore turistico, lavorare come animatore nei villaggi

1
158

animatori-turisticiChi non ha mai pensato a lavorare come animatore nei villaggi turistici? dite la verità! stare tra la gente, animare la community, spiaggia e sole per tre mesi tra risate, scherzi e divertimento!

Questo è di solito il concetto che chi decide i volersi candidare a questo tipo di esperienza ha in mente, ma la realtà è un pò diversa!

E’ vero! fare l’animatore turistico può comportare una serie di vantaggi, alcuni evidenti ed altri comprensibili, ma per essere svolto al meglio, ovviamente non deve essere affrontato con leggerezza.

Per quanto questo lavoro possa sembrare semplice e fattibile per tutti, l’animatore turistico è comunque un mestiere che vi porta a fare parte dello staff del villaggio, e come tale non potete agire in maniera indipendente o spropositata, ma dovete sottostare a delle regole per mantenere degli equilibri e far si che tutto il meccanismo venga oliato.

Insomma, da voi dipende una percentuale del successo della struttura ricettiva.

Che doti deve avere un’animatore? indipendentemente dalla presenza, un animatore deve avere doti di sopportazione e resistenza allo stress ( specialmente nelle equipes più piccole non ci sono orari), capacità di relazione e di comunicazione, essere cortese e gentile ( scontato) e poi una buone dose di umiltà e semplicità non fa mai male;

Perchè dico umiltà e semplicità? perchè molti ragazzi intraprendono questa strada magari avendo “altri scopi” o sperando di raggiungere “altri traguardi”; Senza fare polemiche eccessive è bene dire che in questo mestiere, alla vostra prima esperienza, si lavora tanto e si guadagna poco (lo stipendio aumenta in base alle stagioni maturate ed alla responsabilità acquisita).

Orari senza regole ed  ospiti spesso invadenti fanno parte del mestiere, ma è anche vero che riuscire a saper intrattenere qualcuno è già un bel motivo di soddisfazione personale.

Ma allora, direte voi, se si lavora tanto e si guadagna poco, perchè dovremmo fare questo mestiere? semplice, questo mestiere è dedicato a chi vuole fare dell’animazione turistica il suo futuro lavoro, serve a farsi le ossa per aprire un giorno la propria agenzia di animazione, oppure per passare una estate particolare o fare un’esperienza diversa, ognuno potrebbe avere i propri buoni motivi    ( l’importante è che siano validi).

Quindi, se deciderete di tentare il colloquio o una selezione, dovrete affrontarla essendo già consci del lavoro e dell’impegno che dovrete sostenere durante la stagione, concentrandovi sugli ospiti e non sulle futilità.