Agenzia Lavoro Disabili per disabili in cerca di occupazione

0
105

lavoroNasce con l’intento di presentare i lavoratori disabili sotto una diversa e più ampia luce Agenzia Lavoro Disabili (www.agenzialavorodisabili.it), sfida imprenditoriale di Daniele Regolo, disabile uditivo di Civitanova Marche.

Agenzia Lavoro Disabili è una piattaforma informatica dedicata esclusivamente ai disabili in cerca di occupazione, che attraverso il sito potranno farsi conoscere al mondo delle imprese. Il sito non è quindi una vera e propria bacheca ma ha lo scopo di presentare i candidati in modo completo, come si legge nell’intestazione: prima le persone poi le competenze. Il progetto nasce infatti dalla convinzione che è arrivato il momento di guardare al disabile prima di tutto come una persona da conoscere a fondo e sulla quale costruire poi un professionista che sia veramente produttivo per l’azienda.

Sappiamo bene”, dice Regolo, “che anche i più brillanti laureati hanno bisogno di essere formati, e lo stesso vale per i disabili. Fino a quando l’economia non capirà che il lavoratore diventa produttivo se viene considerato globalmente e non solo per le competenze che offre, non dovremo continuare a stupirci del fatto che ai disabili vengono proposti quasi sempre impieghi di bassa qualifica”.

Agenzia Lavoro Disabili è una impresa, e Regolo motiva questa scelta affermando che “è giunto il momento di affrontare un’autentica emergenza della nostra società in modo professionale. L’utilizzo del sito è gratuito tanto per i candidati quanto per le aziende che consulteranno i curricula, e questo servizio è possibile grazie alla presenza di partner istituzionali e commerciali”.

Secondo l’imprenditore disabile, la crisi economica odierna non può essere risolta con vecchi sistemi, e l’impresa del nuovo millennio “non può escludere, nel raggiungimento del proprio utile economico, il raggiungimento di un utile collettivo”.

La sfida di Agenzia Lavoro Disabili è per il suo ideatore anche squisitamente tecnologica. Il sito non contiene, volutamente, funzionalità diverse da quelle strettamente inerenti l’oggetto, nella convinzione che la tecnologia, che ci offre infinite applicazioni di utilizzo, deve prima passare per il nostro discernimento, affinché essa, che rappresenta una formidabile arma per raggiungere grandi obiettivi, sia davvero al nostro servizio.

Regolo conclude con questo auspicio: “sebbene la Legge 68/99 sia ottima nelle sue linee guida, sappiamo bene che fino a oggi è rimasta per gran parte disattesa. Con questo progetto imprenditoriale vogliamo invitare il mondo delle imprese a superare la visione del disabile alla stregua di un “obbligo legislativo” da rispettare, e a cominciare invece a guardarlo come una persona che offre potenzialità davvero straordinarie per l’azienda”.