900 mila nuovi posti di Lavoro in Italia dal 1 Maggio

0
102

Il primo maggio, festa del lavoro, all’insegna di un nuovo inizio per 900 mila persone che attendono un’occupazione. Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro annuncia questa grande chance che viene offerta ai giovani tra i 15 e i 25 anni che hanno terminato la scuola o perso il lavoro. Si tratta del piano “Garanzia Giovani” che darà un’opportunità di formazione o di inserimento in un’azienda.

In una intervista rilasciata a La Republica, Paoletti, a riguardo del funzionamento della “Garanzia giovani” dichiara: “Un giovane interessato potrà iscriversi sul portale. Verrà poi contattato dagli uffici degli enti locali o dalle agenzie per l’impiego. Sarà fatto un suo profilo e poi gli verrà offerta un’opportunità. È chiaro che dietro dovrà esserci tutto il sistema imprenditoriale. Consideriamo la Garanzia giovani il prototipo delle nostro politiche attive per il lavoro. Il bacino potenziale è di 900 mila giovani che nell’arco di 24 mesi riceveranno un’opportunità di inserimento”.

Inoltre sul tema caldo del lavoro in generale si esprime con una serie di affermazioni che qua di seguito vi andiamo a riassumere:

Non è assolutamente possibile, ridurre la durata dei contratti a termine senza causale da 36 a 24 mesi”. “Le otto proroghe per i contratti a termine hanno una logica, ma non sono un dogma”.  

“La formazione connessa all’apprendistato deve essere regolata per rendere più semplice l’accesso all’apprendistato”. Le norme possono incentivare le assunzioni a tempo indeterminato di apprendisti e di lavoratori con i contratti a tempo”.

“Chi riceve legittimamente un aiuto dalla comunità perché ha perso temporaneamente il lavoro, sarebbe giusto che offrisse la sua disponibilità nella rete capillare del volontariato, in Italia dove ci sono 300 mila associazioni e sei milioni di volontari. Rimanere dentro la comunità, non isolarsi, vuol dire avere più opportunità per ritrovare una occupazione. Il governo può mettere in campo una banca dati e studiare una forma di assicurazione“.

[Fonte: repubblica.it]