Nuove professioni web: il surfer

Le nuove professioni mi incuriosiscono sempre, più spesso se possiedono nomi particolarmente invitanti. E’ il caso del web surfer, che non ha davvero niente a che vedere con le spiagge, con [...]

web surfer

Le nuove professioni mi incuriosiscono sempre, più spesso se possiedono nomi particolarmente invitanti. E’ il caso del web surfer, che non ha davvero niente a che vedere con le spiagge, con il vento e con le onde, quanto piuttosto con il web ed il mondo informatico.

Si tratta grosso modo di un esperto della rete che si occupa di ricerca, di recensioni di siti, di analisi etc. Lavora spesso su commissione e presta i propri servizi principalmente alle aziende che in questo modo vedono recensiti e pubblicizzati i propri spazi online.

Fra gli altri incarichi del web surfer soprattutto quello di navigare in internet alla ricerca di informazioni aggiuntive che possano arricchire di contenuti un determinato portale al quale si sta lavorando, per incrementarne l’usabilità e soprattutto per renderlo più accessibile.

Unica connessione fra il surfer web e quello da spiaggia è la capacità di entrambi di affrontare con professionalità le onde del mare o del web, rappresentate ovviamente dalla marea di siti entro i quali ci si deve districare.


Affascinante no? Ma come si diventa web surfer? Come ho già detto per moltissime altre professioni web, a tutt’oggi non esiste una formazione tipo dato che è molto probabile che web surfer si diventi per caso, seguendo le proprie passioni e le proprie attitudini.

Dopotutto il web surfer dovrà conoscere perfettamente i motori di ricerca, avere una buona conoscenza di internet e dei browser più conosciuti e usati, conoscere le soluzioni web 2.0 e saper “surfare” fra portali, forum, social network, chat etc. Ovviamente analizzando i siti dovrà essere in grado di interpretare le tendenze del momento, proponendo ai lettori recensioni chiare ed efficienti ma ovviamente sempre obbiettive. Impossibile che un web surfer non conosca l’inglese dato che spesso, spessissimo dovrà affacciarsi su altre realtà lontanissime da quella italiana.

Quindi è molto probabile che alcuni di voi siano web surfer e nemmeno lo sappiano. Non vi resta che proporre al mercato la vostra professionalità, non dimenticando che un’ottima conoscenza del web marketing vi aiuterà per procacciare lavoro e che questo il più delle volte sarà da svolgersi da remoto e sempre in maniera indipendente.

Photo Credit: http://www.sxc.hu/profile/saine

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando dei Concorsi Pubblici ?

Visita www.concorsi-pubblici.org il nostro nuovo portale!