Stress da lavoro, un rischio da evitare

E’ noto che il lavoro sia una delle fonti principali di stress:  scadenze da rispettare, timore di non raggiungere gli obiettivi, di deludere i superiori possono generare un forte stato d’ansia [...]

102-448_stress-da-lavoro

E’ noto che il lavoro sia una delle fonti principali di stress:  scadenze da rispettare, timore di non raggiungere gli obiettivi, di deludere i superiori possono generare un forte stato d’ansia che nei casi più gravi  può portare a vere e proprie patologie.

E’ emerso che gli italiani soffrono di stress da lavoro in misura maggiore rispetto ai colleghi francesi e inglesi: sono quasi nove milioni i lavoratori italiani che lamentano malesseri  che derivano dalla loro professione.

Lo stress oltre che un problema sociale è anche un problema economico, poiché è una delle cause di assenteismo dal posto di lavoro. Non dimentichiamo che le tensioni possono essere causa di incidenti perché rendono il lavoratore  meno attento alla sicurezza.


I legislatori hanno deciso di inserire nel decreto legislativo n.81 del 2008  sulla sicurezza l’obbligo per le imprese di quantificare il livello di stress dei dipendenti. L’art. 28 parla della valutazione dei rischi da  stress lavoro- correlato. Il termine per la valutazione è fissato al 31 dicembre 2010, sia per i datori di lavoro pubblico che per i privati.
Un livello moderato di stress può anche essere positivo, perché porta a migliorare le prestazioni ed essere più efficienti, ma se il lavoratore è esposto in modo continuativo a fattori stressanti è il caso di correre ai ripari.

Scritto da Carmen Sacchetti

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!