Lavorare con i disabili: diventare operatore socio assistenziale

Una branchia del settore assistenziale davvero ampia è quella dell’assistenza a portatori di handicap o più genericamente disabili. Lavorare a contatto con una categoria tanto speciale richiede competenza, qualifiche, professionalità e [...]

operatore socio assistenziale

Una branchia del settore assistenziale davvero ampia è quella dell’assistenza a portatori di handicap o più genericamente disabili. Lavorare a contatto con una categoria tanto speciale richiede competenza, qualifiche, professionalità e soprattutto attitudine. E’ per questo che tra tante figure professionali, di questi tempi si sta facendo notare quella dell’operatore socio assistenziale per disabili.

Il suo compito principale è quello di occuparsi di persone con disabilità fisica, sensoriale o mentale che abbiano un’età inferiore ai 65 anni.

Un giovane interessato ad intraprendere questa carriera, dovrà necessariamente frequentare dei corsi formativi che lo aiuteranno a migliorare la propria professionalità e ad inserirsi in un mercato di lavoro per altro in crescita.

Le materie di studio trattate durante le lezioni saranno numerose e in linea di massima stimoleranno, accrescendole, quelle che sono attitudini del tutto personali. Non bisogna infatti dimenticare che si tratta di un lavoro particolare e delicato, che potrà essere svolto brillantemente solo se si possiede vera dedizione e passione.

Un ottimo operatore socio assistenziale si dovrà dimostrare capace:


–           di aiutare e incoraggiare i propri assistiti, migliorando la cura di se in tutte le attività giornaliere, quali la pulizia personale, la nutrizione la vestizione etc;

–          di aiutare il disabile durante la socializzazione, migliorano le proprie capacità cognitive;

–          di aiutare il disabile nella cura dell’alloggio, nella preparazione dei pasti, nell’utilizzazione e organizzazione di tutte  le strutture utilizzate nelle attività occupazionali;

–          di gestire le attività ricreative e culturali;

–          di migliorare la fiducia del disabile, appoggiandolo ed incoraggiandolo;

–          di svolgere mansioni elementari mediche, qualora necessario;

–          di aiutare il disabile a migliorare o mantenere ottimali i rapporti con la propria famiglia ed amici.

Insomma una serie di mansioni fondamentali per la vita del disabile, che l’operatore socio assistenziale svolgerà con naturalezza e professionalità soprattutto dopo aver frequentato uno dei molti corsi pensati per la categoria.

Ecco qualche esempio di percorso formativo per ottenere una maggiore qualifica:

http://www.cortivonline.it/Corsi/osa_disabili.php

http://www.operatoresociale.com/corsi-disabili.shtm

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando dei Concorsi Pubblici ?

Visita www.concorsi-pubblici.org il nostro nuovo portale!