Obbligazioni Crédit Agricole, nuova emissione

La giornata di oggi da il benvenuto alla negoziazione sul segmento EuroMOT di Borsa Italiana, alla nuova obbligazione firmata Crédit Agricole (rating societario: Moody’s Aa1; Standard & Poor’s AA-; Fitch Ratings [...]

credit agricole bankLa giornata di oggi da il benvenuto alla negoziazione sul segmento EuroMOT di Borsa Italiana, alla nuova obbligazione firmata Crédit Agricole (rating societario: Moody’s Aa1; Standard & Poor’s AA-; Fitch Ratings AA-). La denominazione dello strumento finanziario è Credit Agricole Gn16 Fixed To Floating e il codice ISIN tramite il quale reperire periodiche informazioni è XS0515004157. Osserviamo meglio questa obbligazione.

Credit Agricole Gn16 Fixed To Floating


Questa nuova obbligazione targata Credit Agricole, ha durata pari ad anni 6 e scadenza al 30 giugno 2016 con rimborso alla pari del valore nominale. Prima cosa che balza all’occhio e che va sottolineata è il taglio pari ad euro 50000 quindi non adatta a tutti i tipi di risparmiatori, ma fondamentalmente a quelli con delle maggiori risorse da investire per mantenere comunque una corretta diversificazione del proprio portafoglio titoli. Il rendimento di questa obbligazione, come si nota dallo stesso suo nome, è composto da due parti, una fixed e una floating. , meIl primo anno vede un rendimento al tasso fisso del 3.50% pagato in data 30 giugno 2011, mentre i restanti anni fino a scadenza vedono le cedole sottoposte all’andamento dell’Euribor a 3 mesi maggiorato di uno spread pari allo 0.48% e pagamento trimestrale a partire dal 30 settembre 2011. Le altre date saranno il 30 di dicembre, marzo e giugno fino a scadenza nel 2016. La determinazione del tasso Euribor sarà basata sul dato rilasciato alle ore 11 del secondo giorno lavorativo secondo il sistema TARGET precedente ciascun periodo di interesse.

Questa obbligazione in conclusione, come gia detto, si riferisce a risparmiatori con maggiori capacità di investimento e deve essere prediletta in nell’ottica di uno scenario che si presume rialzista per i tassi di interesse nei prossimi anni a venire. Nessun limite è stato posto ne superiormente ne inferiormente al rendimento indicizzato all’Euribor  3 mesi.

Martino Bonanomi

Scritto da Martino Bonanomi

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!