Lavorare nel Golfo Persico

Ci sono i pro e i contro, ma dobbiamo ammetterlo, il Medio Oriente è una miniera di posti di lavoro per italiani che si curano poco delle distanze dalla propria terra, [...]

Dubai

Ci sono i pro e i contro, ma dobbiamo ammetterlo, il Medio Oriente è una miniera di posti di lavoro per italiani che si curano poco delle distanze dalla propria terra, delle tensioni geopolitice esistenti e della legge islamica altamente limitativa se paragonata alla nostra.

Lavorare in Arabia Saudita, Kuwait, Emirati Arabi significa trovare un impiego particolarmente remunerativo, ma anche cambiare profondamente le proprie abitudini. In questo frammento di mondo le donne portano il velo, l’alcool è bandito e il Ramadan viene rispettato. Inoltre si dovrà fare l’abitudine a guerre che ogni giorno si inaugurano per il potere. A rendere meno amaro il soggiorno ci pensano il deserto, il mare, paesaggi affascinanti e suggestivi, eccezionali servizi sanitari  e numerose comunità composte da chi da tempo ha deciso di abbandonare la propria patria alla volta del Golfo Arabico.

Fra i profili più ricercati nemmeno compaiono le qualifiche più basse, dato che queste vengono ricoperte da decenni da popolazione proveniente dai Paesi Asiatici. Gli europei che trovano lavoro nel Golfo Persico il più belle volte sono in possesso del titolo di studio richiesto, di anni di esperienza maturati nel proprio paese, e chiaramente conoscono e parlano senza difficoltà l’inglese.

Fra i settori principali dove si potrà trovare un impiego è da ricordare:


  • la sanità con un’alta richiesta di infermieri specializzati, medici e tecnici di laboratorio;
  • petrolio e gas, settore nel quale il profilo maggiormente richiesto è quello degli ingegneri e tecnici;
  • tecnologia, con la ricerca di programmatori, ingegneri, analisti:
  • finanza
  • turismo, con la ricerca di chef e personale amministrativo;
  • formazione.

Fra le mete lavorative più interessanti di questi anni certamente è da ricordare Dubai che ad oggi sta puntando sulla costruzione di infrastrutture che le garantiranno un futuro dopo l’esaurimento dei ricchi giacimenti petroliferi.

Il modo migliore per trovare lavoro in paesi tanto lontani dalla nostra concezione di vita è quello di affidarsi ad un’agenzia. E’ infatti molto raro che sia direttamente un’azienda a cercare personale, mentre più comunemente queste si affidano alle preselezioni di un’agenzia accreditata. L’iter di selezione è particolarmente lungo  dato che la società presso la quale ci si troverà a lavorare vuole essere certa sulle doti professionali del candidato, ma soprattutto essere certa sopporti il cambiamento che lo attenderà. Conoscere l’arabo sarà un requisito aggiuntivo ma non fondamentale, mentre l’ottima conoscenza dell’inglese è indispensabile.

Per trovare informazioni e magari un lavoro tramite la rete visitate alcuni di questi siti:

www.careermideast.com

www.gulftalent.com

www.saudirec.com

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!