Offerti Posti di Lavoro per Lustrascarpe con Stipendi tra 1000 e 1200 Euro Ma…

Dare valore alle antiche professioni è uno degli obiettivi della Confartigianato locale di Palermo, la quale ha offerto uno stipendio variabile dai 1.000 ai 1.200 € mensili per fare il lustrascarpe. L’idea è [...]

Lustrascarpe

Dare valore alle antiche professioni è uno degli obiettivi della Confartigianato locale di Palermo, la quale ha offerto uno stipendio variabile dai 1.000 ai 1.200 € mensili per fare il lustrascarpe. L’idea è quella di instaurare diverse postazioni fisse in città che verrebbero occupate da coloro che si occuperebbero di lucidare e pulire le scarpe dei passanti.

Confartigianato ha ricevuto per questi posti di lavoro oltre 70 curriculum tra uomini e donne e alcuni anche da laureati ma disoccupati; La selezione, per i primi 35, è cominciata il 25 gennaio mentre un secondo gruppo parteciperà alle selezioni il primo febbraio. Vista l’ottima risposta dei giovani, che dimostra la loro voglia di lavorare, le postazioni da 10 previste sono passate a 15 e non è detto che in futuro potrebbero addirittura aumentare.

Le postazioni per i lustrascarpe saranno suddivise tra le vie del centro Palermo, la stazione, l’aeroporto e il tribunale e i giovani la vedono come un’opportunità da non scartare anzi da riuscire ad accaparrarsi visto anche lo stipendio certo non esiguo.


Il presidente di Confartigianato Palermo Nunzio Reina spiega: «Entusiamo, passione e voglia di fare. Non ci limiteremo a scegliere tra chi ha esperienza nel settore ma prenderemo in considerazione chi ha seriamente voglia di lavorare e di far rivivere questo mestiere che merita di essere rivalutato»; «La nostra idea è stata accolta con entusiasmo, a dimostrazione che gli antichi mestieri non sono stati dimenticati. Contiamo in tempi brevi di poter permettere ai nuovi lustrascarpe di iniziare a lavorare, prima dovranno seguire un corso di formazione necessario per intraprendere questa preziosa attività».

E poi prosegue: «[questa iniziativa]…permetterà di far rivivere questo antico mestiere ormai dimenticato. Siamo positivamente sbalorditi dal numero di candidature arrivate perché ciò dimostra che le antiche tradizioni possono rivivere sia grazie ai giovani sia grazie a coloro che hanno già lavorato nel settore e vogliono rimettersi in gioco».

I 15 candidati che verranno selezionati dovranno affrontare la formazione per imparare non solo a usare bene la spazzola ma anche a conoscere i vari tipi di pelle e di scarpe, un paio di giorni di corso per apprendere i trucchi del mestiere da un maestro artigiano, inoltre chi verrà scelto entrerà a far parte di una cooperativa, dove le spese saranno sostenute dall’associazione degli artigiani, e fornirà loro gratis gli strumenti da lavoro.

Scritto da Valeria Bonora

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!