Novità TFA, il Bando di Concorso Tanto Atteso Potrebbe…

Il tirocinio formativo attivo (TFA) è un corso universitario a pagamento con l’obbligo di frequenza, al quale per accedere occorre prima superare un test preselettivo riferito alla propria classe di concorso che prevede una [...]

tfa

Il tirocinio formativo attivo (TFA) è un corso universitario a pagamento con l’obbligo di frequenza, al quale per accedere occorre prima superare un test preselettivo riferito alla propria classe di concorso che prevede una prova preselettiva a risposta multipla, una scritta a domande aperte ed infine l’orale; chi supera il test iniziale può poi iniziare a seguire il corso che avrà una durata annuale di 1500 ore di cui 60 CFU crediti formativi universitari e al termine del corso universitario tutti i candidati devono sottoporsi ad un esame finale. Il TFA però non assicura l’inserimento nel mondo scolastico, bensì rilascia solo l’abilitazione all’insegnamento: per potersi considerare docenti a tutti gli effetti, si deve aspettare il concorso.

Il TFA  è a numero chiuso e all’interno dei vari bandi e dei diversi cicli, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), indica il numero di posti disponibili suddivisi per regioni e classi di concorso, questo ultimo ciclo dovrebbe essere attivato per 16 mila posti così suddivisi:


– 11 mila su cattedra
– più di 5 mila su sostegno

Il Ministro Stefania Giannini, dopo un lungo periodo di silenzio, ha chiarito la sua posizione in merito a un nuovo ciclo del tirocinio formativo attivo che si deve attivare e che darà spazio a quelle classi di concorso che hanno bisogno di nuovi posti.

Il ritardo del III ciclo del TFA mette parecchi dubbi sulla sua reale uscita, ma la Giannini spiega: “È vero. Non abbiamo fatto tutto nei tempi che ci eravamo ripromessi, c’è stato un spostamento di mesi, ma ci sarà” e precisa inoltre che sarà anche l’ultimo.

Il nuovo progetto per gli aspiranti docenti sarà diverso, entreranno a far parte del mondo scolastico un po’ alla volta con un concorso per selezionare i vincitori, che dopo tre anni di tirocinio retribuito, verranno preparati al mestiere di insegnante; in questo modo si può dire che al termine dei tre anni di tirocinio ci sarà un effettivo inserimento lavorativo.

Ora non resta che aspettare la fatidica pubblicazione del III ciclo del TFA e poi sperare che il nuovo progetto entri in vigore.

Scritto da Valeria Bonora

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!