Bandi Banca d’Italia, Concorsi per Assunzioni e Borse di Ricerca

La Banca d’Italia ha indetto un concorso per esami per la copertura di 65 posti di lavoro per Coadiutori, con scadenza il 17 dicembre 2015. Il concorso BankItalia è indetto per l’assunzione di: • 20 Coadiutori con orientamento nelle [...]

Bandi Banca d’Italia

La Banca d’Italia ha indetto un concorso per esami per la copertura di 65 posti di lavoro per Coadiutori, con scadenza il 17 dicembre 2015.

Il concorso BankItalia è indetto per l’assunzione di:

• 20 Coadiutori con orientamento nelle discipline economico-aziendali, da destinare in via prevalente alle attività di vigilanza sul sistema bancario e finanziario, a livello centrale e territoriale, e di risoluzione e gestione delle crisi

• 10 Coadiutori con orientamento nelle discipline economico-finanziarie, da destinare in via prevalente alle attività connesse con i mercati, i sistemi di pagamento e l’attuazione della politica monetaria

• 3 Coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche, da destinare alle attività di procurement

• 10 Coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche, per le esigenze delle Segreterie tecniche dell’Arbitro Bancario Finanziario

• 5 Coadiutori con orientamento nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche, per le esigenze dell’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia

• 7 Coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche

• 7 Coadiutori con orientamento nelle discipline matematico-finanziarie

• 3 Coadiutori con orientamento nelle discipline statistiche

Per partecipare ai concorsi è necessario possedere uno dei seguenti titoli di studio:

Laurea magistrale/specialistica, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti classi:

scienze economico-aziendali (LM-77 o 84/S);
scienze dell’economia (LM-56 o 64/S);
finanza (LM-16 o 19/S);
statistica economica, finanziaria ed attuariale (91/S);
scienze statistiche (LM- 82);
scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83);
ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S);
matematica (LM-40 o 45/S);
fisica (LM-17 o 20/S);
giurisprudenza (LMG-01 o 22/S);
relazioni internazionali (LM-52 o 60/S);
scienze della politica (LM-62 o 70/S);
altro diploma equiparato ad uno dei suddetti titoli ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009

ovvero


diploma di laurea di “vecchio ordinamento”, conseguito con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti discipline:

economia e commercio;
economia politica;
statistica;
matematica;
fisica;
giurisprudenza;
scienze politiche;
scienze dell’amministrazione;
scienze internazionali e diplomatiche;
altra laurea a esso equiparata o equipollente per legge.

Inoltre necessitano i seguenti requisiti:

• Età non superiore ai 40 anni;
• Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del D.Lgs. 165/2001;
• Idoneità fisica alle mansioni;
• Godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;
• Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell’Istituto;
• Adeguata conoscenza della lingua italiana.

Per maggiori informazioni, per scaricare il bando e tutta la documentazione necessaria potete visitare la sezione concorsi del sito della Banca d’Italia.

-.-.-

La Banca d’Italia mette a concorso 4 borse di ricerca per giovani economisti con interesse ed esperienze nell’ambito della ricerca economica applicata e delle sue implicazioni di politica economica. Le borse, da fruire a Roma presso il Dipartimento Economia e statistica sono destinate ad elementi in possesso di Ph.D./Dottorato o in procinto di ottenerlo.

Scadenza per la domanda: 27 novembre 2015

Le borse hanno una durata di 12 mesi rinnovabili fino a un massimo di 12 mesi. Nel corso del periodo di fruizione della borsa, i vincitori dovranno sviluppare un progetto di ricerca da loro stessi proposto svolgendo l’attività di ricerca presso la Banca con assiduità e profitto.

Ai borsisti è riconosciuto un assegno mensile di 4.000 euro lordi.

I  candidati dovranno:

• avere ultimato gli esami (e/o le altre attività didattiche e formative) previsti per il corso di Ph.D./Dottorato, potendo residuare per il conseguimento del titolo la sola discussione della tesi;
• avere piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

A partire dal mese di settembre 2017, gli assegnatari delle borse potranno essere convocati a partecipare ad una selezione per l’assunzione a tempo indeterminato nel grado iniziale della carriera direttiva.

Per maggiori informazioni, per scaricare il bando e tutta la documentazione necessaria potete visitare la sezione “Borse di Ricerca” del sito della Banca d’Italia.

Scritto da Valeria Bonora

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando dei Concorsi Pubblici ?

Visita www.concorsi-pubblici.org il nostro nuovo portale!