Cos’è l’analisi tecnica

Nello scorso articolo ho trattato dell’apertura di una posizione, ma quello che viene ora da chiedersi è su quali basi questa operazione debba essere aperta. Proprio per rispondere a questa esigenza [...]

Analisi tecnicaNello scorso articolo ho trattato dell’apertura di una posizione, ma quello che viene ora da chiedersi è su quali basi questa operazione debba essere aperta. Proprio per rispondere a questa esigenza andrò ora a presentare quella che è l’analisi tecnica.

L’analisi tecnica è lo studio dell’andamento del mercato tramite l’osservazione dei grafici, con lo scopo di prevedere le tendenze future dei prezzi. Tre sono le premesse su cui l’analisi tecnica si fonda:

  1. il mercato sconta tutto;
  2. i prezzi si muovono dentro un trend;
  3. la storia si ripete.

Andiamo ora a vedere nel dettaglio questi tre punti.

Il mercato sconta tutto.
Questa affermazione probabilmente è il cardine per una corretta comprensione dell’analisi tecnica. Gli analisti, che percorrono questa strada, sono mossi dalla convinzione che i prezzi di borsa incorporino già tutti quei fattori di tipo fondamentale, politico, psicologico (ecc.) che ne caratterizzano l’andamento. Dunque l’analisi tecnica richiede unicamente lo studio dell’andamento dei prezzi. I grafici finanziari riflettono le variazioni della domanda e dell’offerta limitandosi a dare rappresentazione a quella che è la psicologia rialzista o ribassista nel singolo caso, senza influenzare essi stessi l’andamento delle contrattazioni. Un prezzo che dovesse essere spinto al rialzo, dove la domanda è dunque superiore all’offerta, potrebbe significare dei buoni fondamentali sottostanti. Gli analisti tecnici non si preoccupano di osservare quali siano le cause di determinati movimenti, tanto esse sono automaticamente inglobate nel prezzo e quello che importa è il suo andamento di fondo per prevedere il suo sviluppo. (questo punto sarà ripreso anche all’interno della Teoria di Dow)


I prezzi si muovono dentro un trend.
Essendo che è il mercato stesso ad originare i trend (concetto che svilupperò in seguito), il lavoro fondamentale dell’analista tecnico diviene quello di identificarli per poterli sfruttare investendo nella sua direzione primaria. Un trend ha più probabilità di continuare piuttosto che di subire brusche inversioni ed sempre valido fino a che non mostra evidenti segni di inversione.

La storia si ripete.
Lo studio dell’andamento del mercato coinvolge anche lo studio della psicologia umana, essendo proprio l’uomo ad operarvi. Proprio per la presenza di questo lato psicologico, si possono notare evidenti figure grafiche che si ripetono con notevole frequenza e pertanto poiché il futuro potrebbe essere una ripetizione di quanto già avvenuto, potrebbe essere un valido aiuto avere una solida base anche del passato.

Accanto all’analisi tecnica che punta ad osservare l’andamento del prezzo per porre le basi delle proprie previsioni, vi è anche l’analisi fondamentale che invece studia le cause economiche e sociali che muovono domanda ed offerta. Tuttavia se entrambe possono essere ritenute valide per stabilire una previsione sull’andamento futuro, è propria dell’analisi tecnica la caratteristica di essere un ottimo strumento per il timing delle operazioni, ossia trovare il punto ottimale di ingresso o uscita.

Martino Bonanomi
AnalisiForex.com

Scritto da Martino Bonanomi

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!