Guadagnare con internet: le affiliazioni adult funzionano in Italia?

Torniamo a parlare del tema del guadagno online per affrontar oggi un tipo di affiliazione un pò particolare: le affiliazioni dedicate al mondo adult nelle varie sfaccettature della distribuzione. Il mondo adult [...]

fragolaTorniamo a parlare del tema del guadagno online per affrontar oggi un tipo di affiliazione un pò particolare: le affiliazioni dedicate al mondo adult nelle varie sfaccettature della distribuzione.

Il mondo adult a livello di diffusione sul web può contare su un pubblico molto vasto “dedito” ai diversi generi:

incontri particolari, incontri di coppie, immagini e video, vendita di oggettistica etc, solo per citare alcuni “campi commerciali”.

Quindi a livello di ricerca il mercato sembra essere florido, ma com’è la situazione in Italia?

Diciamo innanzitutto che è un genere mediamente in voga tra i publishers ( anche se non come all’inizio), che però riescono  a percepire gran parte dei loro guadagni basandosi su pay per lead, pay per sale e  pay per referral di società americane o estere in generale, rivendendo quindi materiale appartenente a queste Nazioni e non prodotto nel nostro Paese.


Quindi possiamo dire che funzionano ( con qualche affanno):

1) non a pieno regime

2) con prodotti non “nostrani”

Affiliazioni del genere vengono proposte poi solo da network dedicati a questo tipo di pubblicità, ed in Italia ( al contrario degli USA ad esempio) è presente un sol network che si occupa di queste cose.

Diverso è il discorso per l’adult dedicato all’oggettistica ( presente anche su network di affiliazioni dalle pubblicità normali) ed alla biancheria.

Questa branca riesce ad emergere perchè può essere pubblicizzata “tranquillamente” su siti di e-commerce o blogs dedicati allo shopping ( magari dedicandone un’area specifica) senza urtare la sensibilità di alcuni utenti.

Non è un settore più redditizio come una volta, che quindi non potrebbe portare ai guadagni sperati.

Se volete intraprendere questo tipo di attività lavorativa, è consigliabile “dedicarsi” non ad un pubblico italiano ma aprire un sito in inglese ( c’è ne sono molti che società del settore offrono gratuitamente e già confezionati) e lanciarvi sul mercato anglofono, dove avreste un pubblico più ampio ( anche se la concorrenza è elevata)  e maggiori possibilità ( gli utenti stranieri sono anche più avvezzi all’uso della carta di credito).

Scritto da Paolo De Feo

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!