Come andare in pensione a 57 anni

La pensione è oramai un sogno per pochi, visto che l’entrata in vigore della Riforma Fornero ad oggi pare essere definitiva. Se per i salvaguardati ad oggi ci sono davvero poche [...]

La pensione è oramai un sogno per pochi, visto che l’entrata in vigore della Riforma Fornero ad oggi pare essere definitiva. Se per i salvaguardati ad oggi ci sono davvero poche speranze di andare in pensione in età relativamente giovane, per qualche sporadico fortunato esiste ancora la possibilità di dire addio al lavoro a 57 anni.

Superando la ben giustificata invida scopriamo di chi si tratta.

Parliamo delle donne che hanno la possibilità di optare per il regime sperimentale (articolo 1, comma 9, della Legge n. 243/2004) introdotto in maniera del tutto temporanea e che rimarrà in vigore per un periodo di circa 8 anni (dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2015).


Ad poter usufruire di questo regime sono le donne con almeno 35 anni di contributi versati ed un’età di almeno 57 anni per le dipendenti e 58 per le autonome. Queste secondo l’articolo citato potrebbero aver diritto ad una pensione di anzianità “anticipata” qualora questa venisse calcolata totalmente con il sistema contributivo. Optare per questa scelta ha determinato uno svantaggio in relazione all’importo dell’assegno rispetto al retributivo, ma garantiva un’uscita anticipata dal mondo del lavoro.

Chi ha preso questa decisione a tempo debito oggi starà certamente sorridendo visto che il regime sperimentale è sopravvissuto per qualcuno nonostante la Riforma Fornero, per quanto si sia riscontrato un adeguamento dell’età pensionabile in base all’accresciuta speranza di vita.

Esistono però lavoratrici che rimarranno escluse dal regime sperimentale nel caso in cui:

  • abbiano maturato il diritto alla pensione secondo i nuovi requisiti introdotti dal Salva Italia;
  • siano destinatarie della c.d. “salvaguardia”;
  • abbiano maturato il diritto alle pensione di vecchiaia o di anzianità secondo i requisiti previsti per la generalità dei lavoratori vigenti al 31/12/2011;
  • abbiano raggiunto i requisiti del regime sperimentale nel 2015, ma vedano la prima decorrenza utile della pensione dopo il 31 dicembre 2015.

 

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!