Lavoro ben pagato per giornalisti freelance

Con la recente approvazione della legge sull’equo compenso dei giornalisti, si sono aperte prospettive di un futuro migliore per migliaia di giornalisti che collaborano con  testate e riviste  nazionali. Questa, almeno, [...]

Con la recente approvazione della legge sull’equo compenso dei giornalisti, si sono aperte prospettive di un futuro migliore per migliaia di giornalisti che collaborano con  testate e riviste  nazionali. Questa, almeno, la speranza di molti giornalisti lavoratori autonomi.

Con la legge, si spera anche che non si verifichi l’effetto opposto, ovvero  la riduzione del numero dei collaboratori ad opera delle aziende editoriali che intendono contenere i costi del lavoro freelance.

L’obbligo dell’equo compenso riguarda però le testate che percepiscono i contributi pubblici per l’editoria, ma cosa succede con le testate  che non beneficiano di alcun contributo? Queste ultime possono contrattare liberamente il compenso dei giornalisti freelance .

Nel mercato della libera contrattazione si assiste però a uno sfruttamento senza precedenti, sfruttamento fatto di pagamenti irrisori, anche per reportage e servizi giornalistici di una certa importanza e lunghezza.

E questo è niente, se non fosse che spesso i freelance vengono pagati a “babbo morto” o non vengono pagati affatto. In questo quadro è possibile ottenere collaborazioni freelance ben pagate? In teoria è possibile, anche perché ogni giorno, sul web, spuntano annunci che selezionano proprio giornalisti freelance.


Molti di questi annunci propongono collaborazioni gratuite, altri remunerate, ma in mezzo al gratuito e al pagato poco e male si può trovare anche qualche collaborazione ben pagata.

Le testate disposte a pagare bene i giornalisti freelance sono spesso quelle della stampa specializzata, ovvero riviste e magazine settoriali che trattano temi( sicurezza informatica, turismo, agricoltura, medicina, pesca, ecc.) in cui è necessario possedere una certa conoscenza ed esperienza. La collaborazione con queste riviste viene pagata in media tra i 15 e i 20 euro ad articolo, con punte che possono arrivare anche a 25 euro ( lordi).

Trattandosi di testate periodiche, il guadagno del freelance si realizza ottenendo più collaborazioni con lo stesso tipo di riviste.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Come ottenere un finanziamento da 200 mila euro per avviare un progetto

Come avviare una Start Up coi finanziamenti del decreto sviluppo

5 consigli per trovare lavoro nel 2013

Scritto da Rosalba Mancuso

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!