Pronti Contro Termine: cosa sono, che rischi comportano e quali banche li offrono

Il risparmio è un tema che stà davvero molto a cuore! durante questi anni si è vista sempre di più una migrazione in negativo della fruttuosità degli interessi economici maturati sui [...]

pct-pronti-contro-termineIl risparmio è un tema che stà davvero molto a cuore! durante questi anni si è vista sempre di più una migrazione in negativo della fruttuosità degli interessi economici maturati sui conti correnti.

Tutto questo ovviamente dipende da diversi fattori: dai mercati, alla situazione internazionale e via di seguito, e tutto questo ha portato ad una conseguente perdita del valore del denaro.

Appare chiaro quindi che i nostri risparmi non vedranno molte luce di crescita se continueranno a rimanere stantii sul conto corrente, ed anche se alcune banche offrono tassi “elevati”, per vederne i risultati occorrerebbe avere in saldo una somma considerevole.

Occorre quindi investire la propria liquidità in prodotti e soluzioni che siano in grado di “valorizzare” i nostri soldi, anche in un arco temporale ristretto e comunque non superiore ad 1 anno.

Infatti, se gli investimenti a lungo termine (parliamo di investimenti a basso rischio in un arco  tra i 5 ed i 20 anni) sono comunque quelli più redditizi, appare chiaro che non tutti possono effettuare operazioni del genere, per la varia casistica che non staremo qui a trattare.

Pertanto, altre forme di investimento cominciano ad aleggiare nel panorama finanziario Italiano: stiamo parlando dei PCT- Pronti Contro Termine!

La definizione ufficiale dei Pronti Contro Termine è la seguente:

I pronti contro termine (PCT) sono operazioni con le quali un venditore cede un certo numero di titoli (pronti) e si impegna, nello stesso momento, a riacquistarne uguale quantità a un prezzo e ad una data (termine) predeterminati. L’operazione consiste, quindi, in un prestito di denaro da parte dell’acquirente e un prestito di titoli da parte del venditore.

Quindi i pronti contro termine sono contratti (che normalmente hanno una durata da uno a sei mesi, fino ad un massimo di un anno) in cui una banca riceve liquidità contro la vendita di titoli, impegnandosi con il cliente al loro riacquisto a termine e a un prezzo prefissato, che incorpora un rendimento ( fonte: Wikipedia)



Sebbene sia un prodotto presente sul mercato Italiano dal 1979, gli investitori ed i risparmiatori Italiani hanno sempre preferito investire in altro, anche per l’offerta bancaria spesso assente o insoddisfacente.

Sono comunque un buon strumento di investimento, ed in crescita di gradimento, ma sono comunque non esenti da rischi, vediamo quali sono:

  1. non sono garantiti dal Fondo Interbancario per la Tutela dei Depositi
  2. Se la banca con cui avete sottoscritto il contratto PCT fallisse voi perdereste il rimborso o ne recuperereste una parte davvero minima.

Tornando invece all’offerta bancaria, vediamo quali istituti oggi offrono questa soluzione:

I PCT di CHEBANCA

CheBanca, banca del gruppo bancario Mediobanca offre ai titolari del suo conto Deposito la possibilità di sottoscrivere la propria offerta PCT: sono disponibili in durate temporali pari a 2, 4 ed 8 mesi e l’offerta minima sottoscrivibile  parte da un minimo di 5.000 euro ( con multipli di 1.000); come in tutti i pronti contro termine viene riconosciuta un’imposta di € 1,81 ad operazione; sono sottoscrivibili online.

I PCT di UNICREDIT BANCA

Unicredit banca, grande gruppo bancario che opera internazionalmente, offre ai suoi clienti un investimento in Pronti Contro Termine denominato MoneyBox Self Service; sono disponibili in durate temporali pari a 3, 6 e 9 mesi e sono disponibili a partire da 5.000 euro;

Sono sottoscrivibili online.

I PCT di INFINITA-MPS

Infinita è la banca multicanale del gruppo Monte Paschi di Siena, che predilige per le sue operazioni il canale telefonico-internet.

La sua offerta in PCT è denominata PCTonline e permette di sottoscrivere un’offerta a partire da 1.000 euro acquistabili sia telefonicamente che tramite internet banking. la durata massima è stabilita in 3 mesi.

I PCT di FINECO

Fineco, banca del gruppo Unicredit propone un investimento in Pronti Contro Termine denominato Supersave ; investimento effettuabile sia in dollari che in euro. Si possono sottoscrivere durate pari a 3-6 o 12 mesi a partire da 1.000 euro ( e multipli). Sono sottoscrivibili online.

I PCT di IWBANK

IwBank, banca online del gruppo UBI propone un investimento in pronti contro termine attraverso il conto di deposito ed investimento iwpower. la durata è stabilita in 3 – 6 o 12 mesi e parte da € 1.000 ( e multipli) fino a 6 mesi, e da € 30.000 ( e multipli di 1.000) per quello a 12 mesi. Sottoscrivendo l’opzione turbo è possibile aumentare il tasso di interesse. Sono sottoscrivibili online.

Insomma, a quanto sembra il mercato offre prodotti molto variegati che si adattano a tutte le esigenze.

Scritto da Paolo De Feo

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!