L’accessibilità del mercato Forex grazie alla leva

Il mercato Forex può senza alcun dubbio essere annoverato tra i mercati che presentano la maggior possibilità di guadagno rapportata ad un costo di ingresso e di operatività basso o praticamente [...]

leva_mercato_forexIl mercato Forex può senza alcun dubbio essere annoverato tra i mercati che presentano la maggior possibilità di guadagno rapportata ad un costo di ingresso e di operatività basso o praticamente nullo.

Il mondo della finanza molto, e forse troppo, spesso è visto come un regno per pochi, eletti e soprattutto con già svariati capitali alle spalle con i quali poter speculare sull’andamento dei mercati. Ora grazie alle nuove tecnologie che hanno portato i computer ed internet alla portata di tutti non è più così.

Oramai sempre un maggior numero di società finanziarie aprono al cliente retail (il piccolo investitore) quello che fino a pochi anni fa era un mercato riservato pochi: il mercato Forex. Oggi ogni risparmiatore che volesse investire attivamente nel mercato delle valute lo può comodamente fare, da casa propria e con qualsiasi quantità di soldi esso disponga.

I broker che offrono la possibilità di effettuare trading con le valute, forniscono il servizio in modo privo di commissioni, di ingresso e per eseguito. Oggi chi volesse partecipare al mercato Forex lo può fare partendo da basi come appena 50 o 100 euro grazie alla leva e all’assenza di pesanti commissioni che intaccherebbero questi piccoli depositi.


Perché già con 100 euro si può operare? Perché lo strumento della leva, come la stessa parola dice, permette di movimentare una quantità di denaro molto maggiore a quella che realmente si possiede (senza comunque il rischio di perdere più soldi di quelli di cui effettivamente si dispone, quindi niente timore di conti in rosso). In questo modo anche chi non detiene diverse decine di migliaia di euro, ma anche solo qualche centinaio può accedere a questo mercato consapevole di poter operare comunque con cifre importanti a garanzia di guadagni percentuali consistenti in rapporto al patrimonio realmente investito.

Ora per chiarire meglio il si farà uso di un esempio pratico. Io investitore, decido che voglio partire ad investire nel Forex con soli 100 euro e dunque apro un contro presso un broker e vi deposito i fondi. Ora so che se aprirò posizioni, non verrò caricato di commissioni fisse per apertura o in % a quanto movimento e so inoltre che a seconda della leva che il mio broker fornisce (ipotesi di leva pari a 200) potrò movimentare una quantità di euro fino a 20000 (100 x 200 = 20000) assicurandomi così guadagni rilevanti sui miei 100 euro iniziali.

Per un trading sicuro è importante comunque prestare sempre attenzione a posizionare stop loss a protezione delle operazioni e gestire posizioni considerando di perdere non più di uno o due punti percentuali (a operazione) sul capitale totale investito. Ogni operazione dovrebbe poi avere come obiettivo un guadagno pari a due o tre volte quanto è la perdita massima che ci si è prefissati come limite per uscire dall’operazione stessa.

Con queste ultime piccole e semplici regole, però comunque indispensabili, la leva diventa uno strumento fondamentale per ogni investitore e chiunque può approcciare il mercato del Forex per cercare di ottenervi quanto più guadagno possibile, anche con piccole cifre.

Guest post scritto da Martimartino per Worky.biz

Scritto da Lorenzo Ciancio

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!