Contratto Metalmeccanici, nuovo accordo con Fim-Cisl

Una cosa positiva oppure no? Ogni volta che si parla di metalmeccanici anche i sindacati si dividono e anche in questo caso si parla di due opinioni ben diverse. Grande assente alla [...]

Una cosa positiva oppure no? Ogni volta che si parla di metalmeccanici anche i sindacati si dividono e anche in questo caso si parla di due opinioni ben diverse.

Grande assente alla firma dell’intesa raggiunta per il nuovo contratto nazionale è ancora una volta la Cgil. I metalmeccanici avranno nuove condizioni economiche grazie al nuovo contratto che  è stato rinnovato proprio nelle scorse ore dopo quattro mesi di trattative. L’accordo è stato sottoscritto da Fim Cisl e Uilm UIL con FEDERMECCANICA-ASSISTAL e prevede un aumento medio salariale di 130 euro.


I lavoratori che non godono della contrattazione aziendale potranno vedersi ritoccata anche la quota dell’elemento perequativo pari a 485 euro l’anno e un ritocco all’insù è stato ottenuto anche dalle maggiorazioni per i turni notturni, per indennita’ di trasferta e di reperibilita’.

Le imprese dovranno versare di più al Fondo sanitario integrativo fino a 108 euro l’anno entro il 2015 mentre in materia sulla tutela della malattia ci saranno degli aumenti per i periodi pagati al 100%.

L’accordo prevede novità anche in materia di flessibilità con un aumento di 16 ore annue massimo per il plurisettimanale e lo straordinario fino a 120 ore annue retribuite con una maggiorazione del 58%. Inoltre, i lavoratori possono usare i permessi in casi di malattie di figli o familiari senza preavviso.

Scritto da Piera Scalise

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!