Conto Corrente per giovani lavoratori: rapporto qualità e prezzo, quale scegliere?

Nel parlare del rapporto Banca-Impresa, come elencato in questo post precedente dobbiamo dire anche che ogni attività lavorativa è indissolubilmente legata alla tenuta di un conto corrente, i motivi sono talmente [...]

soldiNel parlare del rapporto Banca-Impresa, come elencato in questo post precedente dobbiamo dire anche che ogni attività lavorativa è indissolubilmente legata alla tenuta di un conto corrente, i motivi sono talmente ovvi che non ci permettiamo di spiegarveli, ma possiamo dire che ci sono conti e conti; la differenza più che nei servizi ( anche se con sensibili differenze)  stà nel prezzo che la banca applica per le spese di tenuta e gestione, oltre che per il singolo costo delle operazioni.

Ora, per capire quale conto scegliere si fà spesso riferimento a diversi fattori: vicinanza geografica della banca, abitudine ad operare in Agenzia,  operatività prettamente online, accredito solo tramite bonifico di stipendio, onorari o commissioni lavorative, etc etc.

Il costo del conto corrente molto spesso varia a seconda dei “moduli” applicati, mentre i servizi, salvo qualche istituto che offre soluzioni avanzate, sono praticamente ( ed ovviamente) gli stessi.

Ad esempio, prima chi sceglieva un conto corrente online doveva accertarsi che questo disponesse di un servizio per il pagamento della delega F24, servizio spesso presente solo nei conti correnti di tipo business, ora invece questo servizio è fruibile i tutti i conti correnti dotati di accesso internet in modalità home banking.

Quindi la caccia al conto corrente più conveniente, con un rapporto qualità prezzo ottimale, è sempre aperta!

Ovviamente le banche che hanno i conti più convenienti sono le Banche online.

Infatti tra Banca online e conto corrente online, c’è differenza e nemmeno tanto sottile:

1) le banche online sono banche che non dispongono di sportelli fisici proprietari;

2) i conti correnti online sono conti a cui si ha accesso via internet tramite home banking;

Precisazioni a parte, grazie ai costi spesso ridotti all’osso, le banche prettamente on-line sembrano essere le preferite dai nuovi professionisti e lavoratori, specie per chi non ha necessità di versare contanti o assegni allo sportello.

Oggi ci dedicheremo a recensire i conti online dedicati alla clientela Business.

Abbiamo scelto i conti correnti di banche online per loro fruizione pressochè globale ( oltre che l’impossibilità di recensirli tutti per ovvi motivi)

scorriamone alcuni:

Iwbank – conto corrente online Iwork Pro

Iwbank è la banca on-line del gruppo UBI, gruppo bancario presente in tutta Italia ( maggiore prevalenza nel centro-nord).


Offre un conto dedicato chiamato Iwork Pro ( ne ha anche un’altro per società tipo s.r.l, s.n.c. e s.p.a denominato Iwork AZ per un’utenza come ditte individuali, liberi professionisti, lavoratori autonomi e simili.

PRO

  1. Canone di mantenimento e gestione GRATUITO
  2. possibilità di versare assegni in qualsiasi filiale del gruppo UBI
  3. carta di credito e bancomat gratuiti
  4. prelievi gratis da ogni ATM bancario italiano
  5. Bonifici gratis in entrata ed in uscita
  6. prelievi e versamenti di contanti in 14.000 uffici postali.
  7. grande attenzione alla Sicurezza
  8. Conto Deposito a corredo ( doppia formula investimenti + deposito)
  9. gratis le operazioni più comuni

CONTRO

  1. presenza sportelli minima ( solo 2 a Milano)
  2. filiali del gruppo UBI presenti non in tutta Italia
  3. I contanti da prelevare allo sportello postale si debbono ordinare qualche giorno prima
  4. interessi di conto corrente vicini allo 0%
  5. per ricevere carte di credito ed assegni sono necessari requisiti particolari.

Insomma sicuramente sono più i PRO che i CONTRO, e la banca risulta essere molto apprezzata, anche per l’assistenza tempestiva e cortese che offre ai clienti.

Webank  – Conto MyBusiness

Webank Spa Banca Online ( facente parte del gruppo BPM) propone il conto corrente online mybusiness dedicato alle aziende in generale.

PRO

  1. conto deposito a corredo
  2. tasso attivo BCE 0,90%
  3. Bancomat gratis, prelievi gratuiti in tutta Italia
  4. versare e prelevare contanti ed assegni in qualsiasi filiale del Gruppo BPM
  5. Molti strumenti di investimento e trading

CONTRO

  1. il canone è di € 5,00 al mese
  2. La sicurezza non è affidata al token ma ad una tessera plastificata con dei codici
  3. la carta di credito è gratuita solo il primo anno ( gratuita dal secondo anno con una spesa di almeno 9.900 euro)
  4. alcuni tipi di operazioni hanno piccolissime spese
  5. se si è titolari di un conto corrente postale non si può fare il riconoscimento online

Per essere una banca online il costo del canone mensile è sensibilmente elevato ( non impossibile da sostenere, ma comunque un plus); Possiamo dire che la presenza delle Agenzie BPM sul territorio però ripagano da eventuali brutte sorprese ( assenza di connessione etc).

A finale della nostra valutazione possiamo dire che ogni conto corrente presenta i suoi vantaggi e svantaggi, anche se sostanzialmente per tutta la serie di motivi elencata, noi scegliamo e vi consigliamo IwBank, soprattutto se i vostri incassi avvengono prevalentemente tramite bonifici e transazioni POS.

Scritto da Paolo De Feo

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!