Detrazioni e deduzioni, ecco le modifiche e gli esenti

E’ una vera e propria corsa all’ostacolo capire cosa succederà quando la Legge di Stabilità sarà in vigore visto che oltre al tanto decantato taglio dell’Irpef il testo nasconde mille intrighi. Gli [...]

E’ una vera e propria corsa all’ostacolo capire cosa succederà quando la Legge di Stabilità sarà in vigore visto che oltre al tanto decantato taglio dell’Irpef il testo nasconde mille intrighi. Gli italiani, ancora non tutti, hanno già capito che la Legge nasconde mille insidie e soprattutto una nuova stangata che peserà sulle loro teste a cominciare dall’addio ad alcune deduzione e detrazioni almeno nella forma sin qui conosciuta.


Le prime novità riguardano lo slittamento di un anno del taglio degli sconti fiscali che è saltato a causa della mancanza di copertura del taglio dell’Irpef. Questo significa che tutti coloro che non hanno un reddito maggiore ai 15 mila euro non vedranno applicarsi la cosiddetta franchigia di 250 euro.

Per la parte che supera i 250 euro, invece, gli oneri detraibili dal 2012 potranno essere detraibili per il 19% per un ammontare complessivo non superiore a 3.000 euro per ciascun periodo d’imposta. Dalla franchigia dei 250 euro, lo ricordiamo, rimangono fuori le spese mediche e di assistenza per i portatori di handicap, i costi per il mantenimento dei cani guida e per i servizi di interpretariato per i soggetti riconosciuti sordomuti.

Rimangono incluse le spese per i contributi per colf e badanti, contributi previdenziali e assistenziali e previdenza complementare.

Scritto da Piera Scalise

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!