Come indicizzare un sito nuovo

Il web continua a sfornare ogni giorno migliaia di nuovi siti. Ce la faranno le nuove creature del web a scalare le classifiche delle Serp? Le risposte a domande come questa [...]

Il web continua a sfornare ogni giorno migliaia di nuovi siti. Ce la faranno le nuove creature del web a scalare le classifiche delle Serp? Le risposte a domande come questa possono essere sempre molto variegate e dipendono da tanti fattori. I nuovi siti possono essere indicizzati in sei mesi o in meno di 24 ore. Tutto dipenderà dalla validità degli stessi siti, dai loro contenuti e dai criteri seo utilizzati per la loro costruzione.

Se nei siti più vecchi il contenuto prevale sul seo, in quelli nuovi, purtroppo o per fortuna, il seo gioca un ruolo fondamentale nella loro indicizzazione. Usare meta tag con descrizione del sito, titolo, tag e parole chiave, consente ai crawler di identificare immediatamente la tipologia di sito e di inserirla nelle sue liste di ricerca.


Per velocizzare i tempi di indicizzazione, l’url del sito va segnalato a tutti i motori di ricerca. Questa procedura non garantisce il posizionamento sulle prime pagine delle Serp, ma permette senz’altro di essere “visti” prima dai bot dei motori. Inoltre, qualche link iniziale nei vari motori sparsi per il web, non guasta.

In secondo luogo non bisogna dimenticare di inserire nel sito il file robot.txt con le istruzioni da dare ai motori di ricerca, in cui si descrivono chiaramente le pagine che devono essere indicizzate, ovvero quelle con i contenuti. Ogni nuovo articolo o post inserito va correttamente titolato, descritto e taggato.

Tutti questi elementi Seo permettono ai crawler di identificare immediatamente il contenuto visitato e di posizionarlo al meglio nei risultati delle ricerche. Molto utile è usare i trackback, i pingback e la condivisione dei post nei social networtk, tecniche che permettono uno scambio di link sia in entrata che in uscita. La link popularity accresce sensibilmente il page rank e l’autorevolezza del sito ed aumenta notevolmente anche le visite.

Dopo tutta questa “fatica” non resta che attendere i risultati ricordando che la veloce indicizzazione di un nuovo sito accorcia anche i tempi delle relative entrate pubblicitarie.

Scritto da Rosalba Mancuso

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!