IMU bis, la tassa sulla casa raddoppia ma il Governo nega

 Nelle scorse ore era circolata una notizia di quelle che poteva davvero creare le basi per un colpo di stato o una serie di contestazioni in stile Grecia ma il governo [...]

 Nelle scorse ore era circolata una notizia di quelle che poteva davvero creare le basi per un colpo di stato o una serie di contestazioni in stile Grecia ma il governo si è affrettato a smentire.


Gli italiani continuano a sentire la pressione fiscale in aumento e la notizia che presto ci sarebbe piombata addosso anche un Imu bis aveva spaventato tutti. Secondo le indiscrezioni, infatti, sembra che nel decreto sulle semplificazioni fiscali era stata inserita una nuova norma alla Camera che prevedeva l’introduzione di una tassa di scopo nelle mani dei sindaci uguale all’Imu per finanziare le opere dei Comuni. L’arrivo del balzello è stato prontamente smentito ma fonti governative hanno spiegato che la tassa esiste già e che è a disposizione dei Comuni che potrebbero usarla per finanziare le proprie opere come la costruzione o la manutenzione di opere.

L’emendamento è stato introdotto dal precedente Governo e quello attuale se  solo scomodo a modificare il riferimento che non sarà più l’Ici ma l’Imu. Inoltre il nuovo emendamento prevede che la tassa durerà un massimo di 10 anni , finanzierà il 100% delle opere e sarà esteso anche alle prime case.

 

Scritto da Piera Scalise

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!