Investire nei vini d’annata

I vini d’annata sono dei prodotti pregiati risalenti a specifiche annate e commercializzati in serie limitata. Al giorno d’oggi, questi vini rappresentano un’ottima soluzione di investimento, alternativa o complementare a quella [...]

I vini d’annata sono dei prodotti pregiati risalenti a specifiche annate e commercializzati in serie limitata. Al giorno d’oggi, questi vini rappresentano un’ottima soluzione di investimento, alternativa o complementare a quella dell’oro.

Al pari di questo metallo prezioso, anche i vini d’annata sono considerati un bene rifugio poiché le loro quotazioni si alzano in base al loro grado di invecchiamento e non alle condizioni del mercato.


Le quotazioni dei vini d’annata, anzi, sono inversamente proporzionali al numero di bottiglie in circolazione: se queste sono poche, il loro prezzo sarà più alto.

I vini d’annata si possono comprare presso enoteche, all’asta o tramite la consulenza di intermediari specializzati. In genere si acquista un lotto di circa dieci bottiglie.

Considerato il prezzo di una singola bottiglia ( anche 100 euro) per un lotto di vini pregiati si possono spendere anche 1000 euro a cui bisogna aggiungere le spese per la custodia dello stesso lotto in una cantina che si occupa dell’invecchiamento o nel caveau della banca.

I vini pregiati su cui investire sono i Bordeaux rossi francesi e vini piemontesi e toscani. Con i vini d’annata si guadagna dalla loro rivendita, che avviene dopo un tot di anni di invecchiamento ( in media 5) in cui il valore delle singole bottiglie può addirittura quadruplicarsi.

Fonte immagine: inserisciannuncio.com

Scritto da Rosalba Mancuso

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!