Investimento immobiliare in Russia

Gli amanti dell’investimento all’esterno sono sempre a caccia di novità per quanto riguarda le soluzioni di guadagno con gli immobili. In parecchi sono interessati all’investimento immobiliare in Russia, ma prima di [...]

Gli amanti dell’investimento all’esterno sono sempre a caccia di novità per quanto riguarda le soluzioni di guadagno con gli immobili. In parecchi sono interessati all’investimento immobiliare in Russia, ma prima di realizzarlo sarebbe opportuno conoscere le attuali condizioni del mercato immobiliare di questo Paese.

Gli immobili, nella Federazione Russa, stanno avendo delle quotazioni altissime e questo in conseguenza del rapido sviluppo economico attraversato dagli Stati dell’ex Unione Sovietica.

Negli ultimi anni, in Russia, si sono moltiplicati gli insediamenti produttivi, con un sostanziale incremento del valore degli immobili ad uso commerciale. L’espansione economica è stata talmente rapida che ormai a Mosca si può trovare appena il 2% degli immobili da concedere in locazione.


Le quotazioni  degli immobili sono cresciute incrementandosi di circa il 20%. Qualche opportunità di investimento si trova a San Pietroburgo dove è molto sviluppato il turismo. Gli immobili commerciali su cui investire sono pertanto quelli ad uso turistico, come i piccoli alberghi.  Magazzini e studi da affittare hanno un canone medio di locazione annuo di 160 dollari al metro quadro, ma a Mosca e San Pietroburgo si possono affittare a canoni ancora più alti per via della loro scarsità.

Le opportunità di messa a reddito degli immobili in Russia riguardano proprio la locazione  che permette di avere dei rendimenti nel breve periodo. Molto alte anche le quotazioni degli immobili sia commerciali che residenziali, che, nelle grandi metropoli della Federazione, possono toccare anche i 14 mila euro al metro quadro.

La messa a reddito degli immobili russi tramite rivendita potrebbe comportare anche qualche rischio perché il mercato russo è più voltatile rispetto ad altri; basta pensare che le quotazioni immobiliari, nel periodo della prima crisi economica del 2009, sono crollate addirittura del 60%.

 

Fonte immagine: russia-turismo.com

Scritto da Rosalba Mancuso

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!