Mutui: finalità di erogazione

Per quale motivo si richiede un mutuo? Solitamente lo si fa per comprare casa o per ristrutturarla, oppure per ripianare un’azienda. Ma il mercato dei mutui non è cosi semplicistico come [...]

Per quale motivo si richiede un mutuo? Solitamente lo si fa per comprare casa o per ristrutturarla, oppure per ripianare un’azienda. Ma il mercato dei mutui non è cosi semplicistico come si potrebbe immaginare. Le offerte delle banche sono tante e molto diversificate ed i motivi della richiesta possono riguardare diverse soluzioni di finanziamento.

Lo rivela un’analisi dell’Ufficio studi del gruppo Tecnocasa che fa evidenziare tutte le recenti tendenze del mercato dei mutui suddivise in quattro categorie di finalità: “Acquisto”, “Sostituzione e Surroga”, “Altre finalità” e “Costruzione e Ristrutturazione” ripartite in 4 macroaree: Italia Nord Occidentale,  Italia Nord Orientale,  Italia Centrale, Italia Meridionale e Italia Insulare.


Secondo la rilevazione, la  finalità “Acquisto”, comprende l’83% della base statistica: l’80% attiene l’acquisto della “prima casa” e solo il 3% riguarda la spesa immobiliare che non prevede agevolazioni fiscali. Nella categoria “Sostituzione e Surroga”, che incide per l’11%, si rileva che il 9% della quota si riferisce all’istituto della surroga, mentre il restante 2% a prodotti con altre finalità di sostituzione.

Nelle aree del Nord si evidenzia la preponderanza della finalità “Acquisto” con un picco dell’88% registrato nell’area Nord-Orientale, seguita dalla zona  Nord-Occidentale con l’86%.

In quattro Macroaree su cinque la quota “Sostituzione e Surroga” è compresa tra l’11% e il 12%. La percentuale è inferiore solo nell’Italia Nord-Orientale che registra il 7% di mutui sostituiti.

La finalità “Costruzione e Ristrutturazione” è presente per lo più nella Macroarea Centrale, con il 5%, e nella Macroarea Meridionale con il 4%. La categoria “Altre Finalità” (liquidità, consolidamento, acquisto di spazi non residenziali) al Nord e al Centro va dal 2% al 4%, mentre nell’Italia Meridionale e Insulare raddoppia, rispettivamente dell’ 8% e 7%. In queste ultime due Macroaree è in aumento l’acquisto di immobili di tipo “non residenziale”.

Scritto da Rosalba Mancuso

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!