Lavoro post laurea: tutta questione di orientamento

  Le cose qualche decennio fa funzionavano diversamente, almeno a detta di quelli che quei tempi li hanno vissuti. Si studiava, ci si laureava, e immediatamente dopo, non senza fatiche, seguiva il [...]

 

Le cose qualche decennio fa funzionavano diversamente, almeno a detta di quelli che quei tempi li hanno vissuti. Si studiava, ci si laureava, e immediatamente dopo, non senza fatiche, seguiva il tanto meritato lavoro. Era cosa tanto logica ed immediata che molti non riuscivano nemmeno a riposarsi qualche mese dagli sforzi universitari che già si trovavano ad inaugurare la propria carriera lavorativa.

Sembra una storiella, ed invece le cose, andavano per davvero così. Oggi invece immediatamente dopo la conclusione del percorso di studi e di formazione, è tanto difficile trovare un impiego, uno qualsiasi, che gli ex studenti hanno tutto il tempo del mondo per riposarsi e demotivarsi.

Naturalmente si può tentare di sopperire a questa situazione, e il segreto sta tutto nella scelta della giusta formazione.

Centri di orientamento alla formazione

Ecco perché l’orientamento agli studi diventa tanto fondamentale: la sua importanza la si potrà riconoscere immediatamente dopo aver conseguito il titolo di studio, dato che, è probabile, il lavoro si troverà con maggiore semplicità.


Obbiettivo dei centri d’orientamento è principalmente quello di informarsi sulle tendenze del mercato occupazionale, consigliando infine dei percorsi di istruzione e di studio che consentiranno allo studente di trovare con una certa rapidità, un impiego.

Di norma questi centri sono collocati all’interno delle università, o si presentano in forma di sportelli pubblici territoriali di enti regionali.

Ciò non toglie che i centri di orientamento per la formazione possano essere gestiti anche da privati o meglio ancora da associazioni onlus, per quanto i più ferrati e efficaci sono quelli universitari. Orienteranno, con la propria opera, la formazione accademica di tutti gli studenti che vi si recheranno a domandare informazioni.

Grazie a questi centri di orientamento per la formazione, gli studenti potranno scambiarsi informazioni, esperienze, e tramite test di autovalutazione si potrà essere indirizzati verso una scelta accademica piuttosto che un’altra.

 

I servizi

Normalmente questi sportelli aiutano lo studente non solo durante la fase di scelta del percorso che sosterrà, ma anche durante la fase dell’iscrizione, dell’immatricolazione, fino alla sua totale uscita dall’università. Il compito è facilitato grazie agli strumenti di interscambio che mettono a disposizione, grazie a test di valutazioni e consigli sempre utili.

L’ultimo campo d’azione di questi particolari sportelli è l’orientamento in uscita, che guiderà i laureati verso una scelta che sia più consapevole in relazione alla formazione post laurea.

 

Trovare il proprio centro d’orientamento di riferimento è davvero semplice. Tutte le università ne sono dotate e le Regioni mettono normalmente a disposizione dei più giovani sportelli pubblici che aiuteranno nella scelta.

 

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando dei Concorsi Pubblici ?

Visita www.concorsi-pubblici.org il nostro nuovo portale!