7 errori da evitare quando si scrive un Curriculum Vitae

  Parliamo ancora di curriculum visto che scriverne uno vincente non è per niente semplice. Si devono aggirare una serie di difficoltà che spesso e volentieri nemmeno si immagina. Ecco qualche consiglio [...]

 

Parliamo ancora di curriculum visto che scriverne uno vincente non è per niente semplice. Si devono aggirare una serie di difficoltà che spesso e volentieri nemmeno si immagina. Ecco qualche consiglio per evitare 7 errori piuttosto ricorrenti.

Informazioni utili. Inserisci solo quelle, diversamente potresti rischiare di diventare noiosamente prolisso. Per parlare di te in maniera più ampia avrai tempo in fase di colloquio. Sul cv devono comparire schematicamente i dati sensibili che ti rigaurdano.

Nessuna bugia. Di norma vengono scoperte al primo colpo, specie se grosse. Mentire non è mai consigliato, sempre che non si vogliano fare delle grandi figuracce durante il colloquio. Scrivere che si parla il cinese con dimestichezza, quando di cinese si conoscono solo gli involtini primavera, non è per niente consigliabile.


Solo i tuoi interessi. Spesso e volentieri nella sezione interessi non si sa che scrivere: il tutto si risolve inventando una caterva di hobby che non ci appartengono. Chissà perché gli esaminatori scovano sempre le bugie: sarà che hanno le gambe corte.

Ammirazione sì ma non troppa. Se si invia il proprio curriculum ad un’azienda che si stima, niente vieta di farlo presente, senza mai cadere nell’adulazione, che di norma è fine a se stessa. Poco consigliabile inoltre dichiarare la propria ammirazione per un’azienda che in realtà non si conosce, durante il colloquio questo aspetto potrebbe saltar fuori compromettendo tutta la chiacchierata.

Errori banditi. Non ci stancheremo mai di ripeterlo, il curriculum prima di essere inviato deve essere letto cento volte per evitare errori grammaticali e di contenuto che di certo avrebbero l’effetto di far cestinare immediatamente il cv.

Un curriculum per ogni occasione. Riciclare sempre lo stesso cv per ogni situazione è per lo meno sconsigliabile, specie se in mano si hanno più professionalità. Se per esempio si ha la passione per la scrittura e per la fotografia, sarebbe assurdo avere un solo curriculum. Meglio crearne due personalizzati.

No all’impazienza. Hai inviato il tuo cv? Dopo pochi giorni non prendere in mano la tastiera e ossessionare l’azienda chiedendo conferme di ricezione o feedback. L’insistenza non paga mai.

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando dei Concorsi Pubblici ?

Visita www.concorsi-pubblici.org il nostro nuovo portale!