Incentivi per l’assunzione, ecco come fare domanda

La legge 76/2013 prevede incentivi economici per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani under 30. Nel dettaglio l’incentivo economico è pari a un terzo della retribuzione – nella misura mensile massima [...]

La legge 76/2013 prevede incentivi economici per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani under 30. Nel dettaglio l’incentivo economico è pari a un terzo della retribuzione – nella misura mensile massima di € 650, per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani fino a 29 anni, privi d’impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi ovvero privi di diploma di scuola media superiore o professionale l’incentivo spetta per 18 mesi. In caso di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a termine, l’incentivo spetta per 12 mesi. L’incentivo può essere autorizzato fino all’ esaurimento delle risorse specificamente stanziate, né – comunque – per assunzioni o trasformazioni successive al 30 giugno 2015. Sul sito internet dell’INPS sarà possibile conoscere l’esaurimento delle risorse stanziate per ogni regione e provincia autonoma.


Per l’ammissione all’incentivo il datore di lavoro inoltra all’INPS una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, indicando: il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l’assunzione a tempo indeterminato ovvero la trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a termine; la regione di esecuzione della prestazione lavorativa.

La domanda deve essere inoltrata esclusivamente avvalendosi del modulo di istanza on-line “76-2013”, che sarà a disposizione all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” , sul sito internet dell’INPS.

Il modulo sarà accessibile seguendo il percorso “servizi on line”, “per tipologia di utente”, “aziende, consulenti e professionisti”, “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e pin), “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”. Si ricorda che all’istanza non deve essere allegata alcuna documentazione.

Entro tre giorni dall’invio dell’istanza, l’INPS – mediante i propri sistemi informativi centrali – verifica la disponibilità residua della risorsa in relazione alla regione di pertinenza e, in caso di disponibilità, comunica esclusivamente in modalità telematica, che è stato prenotato in favore del datore di lavoro l’importo massimo dell’incentivo per la durata di 18 o 12 mesi, rispettivamente per l’assunzione e la trasformazione per il lavoratore indicato nell’istanza preliminare.

Scritto da Ilaria

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!

Stai cercando aggiornamenti su Borsa e Finanza ?

Visita www.borsaefinanza.net il nostro nuovo portale!