Bitcoin, cos’è e come guadagnare soldi veri con questa moneta virtuale

Diciamolo subito, Bitcoin è una moneta, ma non del genere che siamo abituati a veder circolare tutti i giorni nel bar sotto casa o al supermercato. Si tratta di una moneta [...]

Diciamolo subito, Bitcoin è una moneta, ma non del genere che siamo abituati a veder circolare tutti i giorni nel bar sotto casa o al supermercato. Si tratta di una moneta virtuale, che sostanzialmente esiste solo grazie alla rete, ma che ha fatto grandi passi in avanti da che è nata. Pensa che agli inizi di febbraio era quotata 30 dollari e oggi il suo valore per unità è salito a 200 dollari: una bella botta!

La comunità degli economisti consigliano di andarci cauti con gli investimenti (per altri particolarmente remunerativi) già che potrebbe trattarsi di una vera e propria bolla speculativa che lascerebbe a bocca asciutta in tanti: per questo prima di avvicinarsi a questa nuova moneta è giusto saperne qualcosa in più.

Bitcoin: la nascita

Viene ideata nel 2009 da anonimi inventori e ad oggi la moneta funziona grazie ad un protocollo detto peer to peer, per intenderci uguale a quelli grazie ai quali si piò condividere e scaricare online qualsiasi cosa. E’ tramite la rete che avvengono le principali transazioni e naturalmente il conio (seppure virtuale) della moneta. Non ci sono enti centrali e nessuna tracciabilità delle transazioni: insomma un mercato ancora tutto da regolamentare.

L’estrazione dei Bitcoin


La parola Mining intende appunto la creazione della moneta; tradotto il termine significa estrazione e il procedimento è particolarmente lungo. Pare che la rete generi e distribuisca monete in modo del tutto casuale, giornalmente e con intervalli regolari, inviandole a chi ha attivo sul proprio computer il software. Nel 2030 quando saranno coniate 21 milioni di monete il procedimento di estrazione potrà dirsi concluso e questo dovrebbe abbattere il pericolo inflazione.

Le Bitcoin possono essere recuperate tramite estrazione, tramite acquisto su siti come MT. Gox o in qualità di pagamento ricevuto in base a servizi offerti o vendite effettuate. Il denaro virtuale si deposita in un conto virtuale (Coinbase) e in seguito spenderlo direttamente sui siti che accettano questo genere di valuta.

Quali siti accettano le Bitcoin?

Sono sempre di più e tra i tanti c’è anche WordPress, moltissimi casinò online  e tanti e-commerce online.

Guadagnare con Bitcoin

Tanto per cominciare è necessario scaricare il proprio portafoglio, connettendosi alla rete Bitcoin. Scaricato e installato il programma (si tratta di un processo piuttosto lungo) il consiglio è quello di unirti ad un pool, ossia un gruppo di utenti che condividono la propria potenza di calcolo per rendere le operazioni di guadagno più semplici. In questo modo è probabile riuscire a guadagnare qualche Bitcoin e iniziare l’avventura.

E’ inoltre possibile guadagnare Bitcoin in maniera più semplice iscrivendosi a programmi dedicati. Fra i più interessanti Bitvisitor: richiede di inserire il proprio indirizzo Bitcoin e consente di guadagnare naviando sui siti advertiser.

Scritto da Claudia Zedda

Non puoi controllare quotidianamente Worky.biz ?

Iscriviti alla Newsletter, riceverai le Offerte di Lavoro più interessanti nella tua E-mail!